+39 011 199 28 012 | segreteria@medicalteamtorino.it

Via Fratelli Carle, 33 – Torino

…Parliamo di sonno!

TOO MUCH OR TOO LITTLE SLEEP CAN REDUCE COGNITIVE ABILITIES IN THE ELDERLY
TROPPO O TROPPO POCO SONNO POSSONO RIDURRE LE CAPACITÀ COGNITIVE NELL’ANZIANO
Nel mondo la proporzione di soggetti anziani sta crescendo rapidamente e si stima che circa il 15% della popolazione mondiale sia rappresentato da soggetti over 60. In paesi dove la natalità è ridotta i soggetti over 60 rappresentano il 25-30% della popolazione (Italia 29,3%).
Rappresentando la Demenza una delle patologie frequentemente associata alle senescenza, ne consegue che il numero di soggetti con demenza sta progredendo in parallelo.
Durante la fase preclinica della demenza, un accelerato declino cognitivo è considerato un elemento predittivo della massima importanza. Ne deriva che identificare fattori di rischio di declino cognitivo rappresenta una strategia per prevenire la demenza.
Lo studio in oggetto condotto su una casistica di 28.756 soggetti Inglesi e Cinesi , dimostra che le capacità cognitive appaiono significativamente ridotte in soggetti con durata di sonno eccessivamente breve (< 4 ore / notte) o troppo lunga (> 10 ore/notte).
Ne deriva neiSOGGETTI CON DURATE DI SONNO ESTREME occorre valutarne le capacità cognitive, ma soprattutto INTERVENIRE PER MIGLIORARNE DURATA E QUALITÀ DEL SONNO.
(Yanjun Ma BA et al, JAMA Network Open , 2020 september 21)
Floriano Rosina

Medici della ricerca:

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo su: