+39 011 199 28 012 | segreteria@medicalteamtorino.it

Via Fratelli Carle, 33 – Torino

Dott.

Ferruccio Bonino

Gastroenterologia, in particolare la Fisiopatologia Epatica e Digestiva

Riceve presso Medical team nella sede di Torino, Via Carle 33

Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1973 all’Università degli Studi di Torino e specializzazione nel 1977 in Malattie dell’Apparato Digerente e del Ricambio, Università degli Studi di Torino.

Oggi è Professore Ordinario di Gastroenterologia, in pensione dall’Università di Pisa dal 2017 e attualmente Ricercatore Senior Associato dell’Istituto di Biostrutture e Bioimmagine del CNR.
Negli anni ha ricoperto posizioni ed incarichi professionali di rilievo tra i quali:
• 1975-1980 Assistente Medico a Tempo Pieno presso la Divisione di Gastroenterologia dell’Ospedale Mauriziano Umberto I (Direttore Prof. Giorgio Verme)
• 1980-1986 Assistente Medico a Tempo Pieno presso la Divisione di Gastroenterologia del Ospedale Maggiore San Giovanni Battista di Torino, “Molinette” (Direttore Prof. Giorgio Verme)
• 1986-1998 Aiuto Medico a Tempo Pieno con incarico del Modulo di Patologia Epatica e Responsabile del Laboratorio Fisiopatologia Epatica e Digestiva presso il Dipartimento di Gastroenterologia del Ospedale Maggiore San Giovanni Battista di Torino, “Molinette” (Direttore Prof. Giorgio Verme)
• 1998-2001 Direttore della Unità Operativa di Gastroenterologia e Epatologia dell’Azienda Ospedaliera Pisana e Responsabile dell’Area Funzionale di Medicina degli Spedali Riuniti di Santa Chiara, Stabilimento di Cisanello, Pisa
• <2001-oggi Direttore Scientifico della Fondazione IRCCS “Ca Granda” Ospedale Maggiore Policlinico di Milano • Direttore Scientifico UPMC Institute for Health of Italy 2016-19. Ha pubblicato 323 lavori su riviste indicizzate MedLine , NIH Library Google Scholar Citation Report (Gennaio 2021): Citationi Totali 29226; h-Index 72. I lavori scientifici originali più significativi sono stati i contributi all’identificazione dei 3 virus epatitici maggiori: Virus dell’Epatite B HBeAg Difettivo, Virus dell’Epatite C e Virus dell’Epatite Delta per cui è stato autore principale, senior o co-autore dei 10 principali lavori scientifici che hanno riportato tali scoperte e in particolare coautore di alcuni dei lavori per cui è stato assegnato il Premio Nobel per la Medicina 2020 al Dr. Michael Houghton per la scoperta del Virus dell’epatite C. Gli attuali interessi principali sono lo studio del microbiota umano, le indagini funzionali digestive (Test del Respiro), le metodiche non invasive digitali per lo studio della patologia epatica e la promozione del progetto preventivo “Il Fegato Specchio della Salute – DNA della Salute”.

Epatopatie acute e croniche

Epatiti autoimmuni

Infezioni da virus epatici maggiori, HBV; HCV e HDV Dispepsia
Colon irritabile
Diverticolosi
Immunodeficienza
Malattia autoimmune
Malattie infiammatorie croniche intestinali
Malattie dell’Apparato Digerente

Meteorismo
Reflusso gastroesofageo (esofagite)
Sindrome dell’intestino irritabile
Torsione dello stomaco
Tumore del pancreas
Tumore del colon
Tumore del fegato
Ulcera peptica

FORMAZIONE:

Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1973 all’Università degli Studi di Torino e specializzazione nel 1977 in Malattie dell’Apparato Digerente e del Ricambio, Università degli Studi di Torino.

Oggi è Professore Ordinario di Gastroenterologia, in pensione dall’Università di Pisa dal 2017 e attualmente Ricercatore Senior Associato dell’Istituto di Biostrutture e Bioimmagine del CNR.
Negli anni ha ricoperto posizioni ed incarichi professionali di rilievo tra i quali:
• 1975-1980 Assistente Medico a Tempo Pieno presso la Divisione di Gastroenterologia dell’Ospedale Mauriziano Umberto I (Direttore Prof. Giorgio Verme)
• 1980-1986 Assistente Medico a Tempo Pieno presso la Divisione di Gastroenterologia del Ospedale Maggiore San Giovanni Battista di Torino, “Molinette” (Direttore Prof. Giorgio Verme)
• 1986-1998 Aiuto Medico a Tempo Pieno con incarico del Modulo di Patologia Epatica e Responsabile del Laboratorio Fisiopatologia Epatica e Digestiva presso il Dipartimento di Gastroenterologia del Ospedale Maggiore San Giovanni Battista di Torino, “Molinette” (Direttore Prof. Giorgio Verme)
• 1998-2001 Direttore della Unità Operativa di Gastroenterologia e Epatologia dell’Azienda Ospedaliera Pisana e Responsabile dell’Area Funzionale di Medicina degli Spedali Riuniti di Santa Chiara, Stabilimento di Cisanello, Pisa
• <2001-oggi Direttore Scientifico della Fondazione IRCCS “Ca Granda” Ospedale Maggiore Policlinico di Milano • Direttore Scientifico UPMC Institute for Health of Italy 2016-19. Ha pubblicato 323 lavori su riviste indicizzate MedLine , NIH Library Google Scholar Citation Report (Gennaio 2021): Citationi Totali 29226; h-Index 72. I lavori scientifici originali più significativi sono stati i contributi all’identificazione dei 3 virus epatitici maggiori: Virus dell’Epatite B HBeAg Difettivo, Virus dell’Epatite C e Virus dell’Epatite Delta per cui è stato autore principale, senior o co-autore dei 10 principali lavori scientifici che hanno riportato tali scoperte e in particolare coautore di alcuni dei lavori per cui è stato assegnato il Premio Nobel per la Medicina 2020 al Dr. Michael Houghton per la scoperta del Virus dell’epatite C. Gli attuali interessi principali sono lo studio del microbiota umano, le indagini funzionali digestive (Test del Respiro), le metodiche non invasive digitali per lo studio della patologia epatica e la promozione del progetto preventivo “Il Fegato Specchio della Salute – DNA della Salute”.

PATOLOGIE TRATTATE:

Epatopatie acute e croniche

Epatiti autoimmuni

Infezioni da virus epatici maggiori, HBV; HCV e HDV Dispepsia
Colon irritabile
Diverticolosi
Immunodeficienza
Malattia autoimmune
Malattie infiammatorie croniche intestinali
Malattie dell’Apparato Digerente

Meteorismo
Reflusso gastroesofageo (esofagite)
Sindrome dell’intestino irritabile
Torsione dello stomaco
Tumore del pancreas
Tumore del colon
Tumore del fegato
Ulcera peptica

Servizi erogati

Laurea in Medicina e Chirurgia nel 1973 all’Università degli Studi di Torino e specializzazione nel 1977 in Malattie dell’Apparato Digerente e del Ricambio, Università degli Studi di Torino.

Oggi è Professore Ordinario di Gastroenterologia, in pensione dall’Università di Pisa dal 2017 e attualmente Ricercatore Senior Associato dell’Istituto di Biostrutture e Bioimmagine del CNR.
Negli anni ha ricoperto posizioni ed incarichi professionali di rilievo tra i quali:
• 1975-1980 Assistente Medico a Tempo Pieno presso la Divisione di Gastroenterologia dell’Ospedale Mauriziano Umberto I (Direttore Prof. Giorgio Verme)
• 1980-1986 Assistente Medico a Tempo Pieno presso la Divisione di Gastroenterologia del Ospedale Maggiore San Giovanni Battista di Torino, “Molinette” (Direttore Prof. Giorgio Verme)
• 1986-1998 Aiuto Medico a Tempo Pieno con incarico del Modulo di Patologia Epatica e Responsabile del Laboratorio Fisiopatologia Epatica e Digestiva presso il Dipartimento di Gastroenterologia del Ospedale Maggiore San Giovanni Battista di Torino, “Molinette” (Direttore Prof. Giorgio Verme)
• 1998-2001 Direttore della Unità Operativa di Gastroenterologia e Epatologia dell’Azienda Ospedaliera Pisana e Responsabile dell’Area Funzionale di Medicina degli Spedali Riuniti di Santa Chiara, Stabilimento di Cisanello, Pisa
• <2001-oggi Direttore Scientifico della Fondazione IRCCS “Ca Granda” Ospedale Maggiore Policlinico di Milano • Direttore Scientifico UPMC Institute for Health of Italy 2016-19. Ha pubblicato 323 lavori su riviste indicizzate MedLine , NIH Library Google Scholar Citation Report (Gennaio 2021): Citationi Totali 29226; h-Index 72. I lavori scientifici originali più significativi sono stati i contributi all’identificazione dei 3 virus epatitici maggiori: Virus dell’Epatite B HBeAg Difettivo, Virus dell’Epatite C e Virus dell’Epatite Delta per cui è stato autore principale, senior o co-autore dei 10 principali lavori scientifici che hanno riportato tali scoperte e in particolare coautore di alcuni dei lavori per cui è stato assegnato il Premio Nobel per la Medicina 2020 al Dr. Michael Houghton per la scoperta del Virus dell’epatite C. Gli attuali interessi principali sono lo studio del microbiota umano, le indagini funzionali digestive (Test del Respiro), le metodiche non invasive digitali per lo studio della patologia epatica e la promozione del progetto preventivo “Il Fegato Specchio della Salute – DNA della Salute”.

Epatopatie acute e croniche

Epatiti autoimmuni

Infezioni da virus epatici maggiori, HBV; HCV e HDV Dispepsia
Colon irritabile
Diverticolosi
Immunodeficienza
Malattia autoimmune
Malattie infiammatorie croniche intestinali
Malattie dell’Apparato Digerente

Meteorismo
Reflusso gastroesofageo (esofagite)
Sindrome dell’intestino irritabile
Torsione dello stomaco
Tumore del pancreas
Tumore del colon
Tumore del fegato
Ulcera peptica